Socialize

Macedonia del Nord: dopo il voto greco, per Skopje si aprono anche le porte della Nato

    di  .  Scritto  il  6 Febbraio 2019  alle  9:19.

Sono bastati pochi giorni, in seguito al sì greco per il nuovo nome della Macedonia l’ex repubblica jugoslava – che da ora in poi si chiamerà Repubblica della Macedonia del Nord – perché per quest’ultima si aprissero le porte della Nato.

La Macedonia del Nord, infatti, è prossima alla firma dell’accordo che ne farà il trentesimo membro dell’Alleanza Atlantica. E il prossimo passo potrebbe essere quello di arrivare a far parte dell’Unione Europea.

Per quasi tre decenni, gli sforzi della Macedonia di far parte dell’Europa e della Nato sono stati bloccati dal veto della Grecia che contestava la scelta del nome ventilando ambizioni territoriali da parte del vicino sull’omonima regione greca che ha per capoluogo Salonicco.

Ma lo scorso mese, al termine di lunghi negoziati, il parlamento greco ha dato il suo assenso al nome che ora nella comunità internazionale prenderà il posto dell’acronimo Fyrom (Forme Yougoslavia Republic of Macedonia) e spalancherà le porte a nuovi sviluppi politici e, appunto, militari.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *