Socialize

Apec in Papua Nuova Guinea: continua la sfida tra Stati Uniti e Cina

    di  .  Scritto  il  19 novembre 2018  alle  7:00.

È sempre più sfida aperta tra Cina e Stati Uniti. Per la prima volta l’Asia-Pacific Economic cooperation (Apec) forum si è concluso senza una dichiarazione finale congiunta. E a spiegare il perché, ci ha pensato senza troppi fronzoli il padrone di casa, il primo ministro di Papua Nuova Guinea, Peter O’Neill.

O’Neill ha detto che “i due giganti nella stanza” non sono riusciti a trovare un accordo riferendosi a Cina e Stati Uniti. Sullo sfondo la guerra commerciale scatenata da Donald Trump con la Cina (ma anche con altri Paesi).

Al summit sono dunque emerse visioni differenti e divisioni apparentemente decisivi a tal punto da non consentire di chiudere i lavori con qualcosa di concordato.

Il vertice si è concluso con O’Neill che ha parlato di una Apec pronta a garantire “libero e aperto commercio” nella regione entro il 2020. Ma è tutto da vedere. Intanto gli Stati Uniti hanno detto di volersi aggregare all’Australia nella costruzione di una base navale in Papua Nuova Guinea.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *