Socialize

Sud Sudan: prove di pace, dopo due anni di assenza il ribelle Machar rientra a Juba

    di  .  Scritto  il  31 ottobre 2018  alle  9:53.

A due anni dalla sua ultima visita, oggi il capo ribelle Riek Machar è tornato a Juba, capitale del Sud Sudan, per partecipare a un’ulteriore cerimonia che dovrebbe suggellare la pace con il capo dello Stato Salva Kiir. Il condizionale, secondo alcuni osservatori, resta d’obbligo dal momento che non è la prima volta che le due fazioni si riavvicinano. Questa volta alla pace si è arrivati attraverso un grande sforzo regionale che ha visto il contributo dei Paesi vicini e in particolare del Sudan.

A Juba saranno presenti anche il capo dello Stato sudanese Omar Hassan al-Bashir, la nuova presidente dell’Etiopia Sahle-Work Zewde, il capo di Stato somalo Mohamed Abdullahi Mohamed Farmajo, e un consigliere speciale del presidente ugandese Yoweri Museveni.

Non è chiaro se dopo la cerimonia Machar deciderà di restare a Juba o se lascerà il Paese. Indipendente da Khartoum dal 2011, già nel 2013 il Sud Sudan è precipitato in un conflitto interno che ha causato decine di migliaia di morti e un numero imprecisato di sfollati.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *