Socialize

Eritrea contro Sudan ed Etiopia accusate di voler rovesciare Afeworki

    di  .  Scritto  il  18 maggio 2018  alle  6:00.

Il governo eritreo ha accusato i governi di Sudan ed Etiopia di essere impegnati nella realizzazione di un complotto teso a rovesciare il presidente Isaias Afeworki, al potere dal 1991. Lo si apprende da un comunicato ufficiale diffusa dal Ministero dell’Informazione di Asmara, secondo il quale nel corso della sua prima visita in Sudan, il neo primo ministro etiopico Abiy Ahmed e il presidente sudanese Omar Hassan al-Bashir avrebbero stretto un patto per sostenere i ribelli armati eritrei.
“Entrambi i governi avrebbero acconsentito ad estendere il sostegno a quelli che definiscono gruppi di opposizione armata dell’Eritrea, al fine di consentire loro di eseguire correttamente i loro obiettivi” recita la nota. A tal fine – prosegue il comunicato del ministero dell’Informazione eritreo –  entrambi i governi “hanno accettato di fornire a questi gruppi un sostegno materiale all’interno dei loro rispettivi confini e anche di garantire a questi soggetti i requisiti necessari per migliorare i loro movimenti transfrontalieri tra i due paesi”.
Le accuse di Asmara riaprono vecchie tensioni e di fatto cancellano ipotesi passate di una possibile mediazione sudanese rispetto alle questioni aperte con Addis Abeba. Fin dalla secessione dall’Etiopia, l’Eritrea ha sempre accusato Addis Abeba di voler riprendere il controllo di parti del suo territorio. E non sono mancate nemmeno i conflitti armati con episodi che si sono ripetuti nel corso del tempo.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *