Socialize

Marocco: corsa per i Mondiali di calcio 2026 tra visite ufficiali e dibattiti

    di  .  Scritto  il  10 aprile 2018  alle  7:00.

Si recherà in quattro città marocchine (Marrakech, Agadir, Tangeri e Casablanca) la delegazione della Fifa incaricata di vagliare le candidature presentate per i Mondiali di calcio del 2026. A comunicarlo è stato il massimo organo calcistico con una nota in cui si ricorda che la decisione finale si prenderà in occasione del 68° congresso della Fifa in programma il 13 giugno a Mosca.

Intanto sulla stampa marocchina tiene banco il dibattito sulle federazioni che effettivamente sostengono la candidatura del Marocco ad ospitare la manifestazione del 2026 sottolineando come si tratterà di un’edizione inedita per la prevista partecipazione di 48 selezioni nazionali.

In un lungo articolo sul settimanale Tel Quel, si sottolinea come al di là del formale sostegno della Confederazione calcistica africana (Caf) siano ancora poche le federazioni di Paesi africani che hanno ufficialmente preso le parti del Marocco. Tra questi ci sono Nigeria, Botswana, Guinea Bissau oltre che più recentemente Tunisia, Algeria ed Egitto. La Federazione marocchina spera però che l’aver coinvolto testimonial come Samuel Eto’o (Camerun) e Didier Drogba (Costa d’Avorio) possa presto portare ulteriori frutti.

Sul fronte europeo, un tour del presidente della Federazione marocchina, Fouzi Lekjaa, ha portato dal lato di Rabat Belgio e Francia, e secondo lo stesso settimanale la Russia potrebbe essere anch’essa favorevole.

Ancora variegate le posizioni tra i Paesi arabi, dove – per quanto riguarda il lato asiatico – solo Qatar e Palestina hanno espresso parere favorevole al Marocco. Enigmatica anche l’Arabia Saudita che secondo le fonti in mano a Tel Quel potrebbe optare per una scelta americana.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *