Socialize

Germania: il capo Puigdemont e il ‘pragmatismo’ europeo di fronte alla crisi catalana

    di  .  Scritto  il  27 marzo 2018  alle  6:00.

Alla fine Carles Puigdemont, il leader separatista catalano ricercato dalla giustizia spagnola, è stato fermato in Germania. E per la Germania sarà una bella gatta da pelare. Oggi, saranno gli organi giudiziari del Land Schleswig-Holstein a dover decidere se concedere o meno a Puigdemont la libertà condizionata.

Intanto, benché il governo tedesco si sia affrettato nel tentativo di delimitare la questione a una mera vicenda giudiziaria, è indubbio che essa abbia in realtà già imboccato la strada politica.

Ad alzare i toni è stata in particolare la sinistra radicale (Die Linke) che ha parlato di un arresto che arreca disonore e ha chiesto l’immediato rilascio del leader catalano.

La Merkel ha comunque sostenuto, fin dall’avvio della crisi catalana, che le richieste dei separatisti non sono né legali né legittime.

Comunque vada, il caso rischia di riaccendere, semmai si fosse spenta, la questione catalana sia in Spagna – dove le proteste non si sono mai arrestate – sia in Europa.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *