Socialize

Somalia: accordo tra clan rivali, punizioni capitali per fermare le vendette

    di  .  Scritto  il  19 marzo 2018  alle  6:00.

Due clan rivali somali hanno sottoscritto un accordo che prevede il ricorso alla pena di morte per mettere fine a un ciclo di omicidi commessi per vendetta e che sembra non avere fine. I due clan, i Sa’ad Yoonis e i Ba’iido, si disputano la regione di Sanaag, a sua volta contesa tra il Somalilad e la regione semiautonoma del Puntland.

Al termine di tre settimane di negoziati, l’accordo raggiunto prevede che ci sia considerato colpevole di un omicidio per vendetta sia a sua volta condannato a morte; allo stesso tempo la famiglia del colpevole sarà costretta a pagare una sanzione di 100.000 dollari.

La rivalità tra clan somali, per il controllo dei pascoli o per l’accesso all’acqua, risale nel tempo, ma le vendette sono giunte a un livello tale che si è dimostrato difficile da interrompere.

I negoziati sono stati mediati dalle autorità del Somaliland, i processi si svolgeranno nella capitale Hargeisa. Nella società somala, se qualcuno commette un omicidio e riesce a fuggire espone il proprio clan, con il risultato di ulteriori omicidi di innocenti e allo stesso tempo nuove vendette. Un ciclo che ora si vuole interrompere con punizioni esemplari.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *