Socialize

La Cina tratta con Gibuti per l’apertura di una base militare nel mar Rosso

    di  .  Scritto  il  13 maggio 2015  alle  6:40.

La Cina sta negoziando con il governo di Gibuti la possibilità di installare una propria base militare nel porto della repubblica del Corno d’Africa, situata in una posizione strategica all’imboccatura del mar Rosso.cinamilitari

A dirlo è stato il presidente di Gibuti, Ismail Omar Guelleh, dichiarando che “sono in corso discussioni in merito” e che la presenza della Cina sarebbe “benvenuta”.

In base a quel che viene riportato dai media internazionali, il governo di Pechino si è rifiutato di commentare la dichiarazione di Guelleh, senza né confermare né smentire la notizia.

A Gibuti, ex colonia della Francia, è situata dal 2001 l’unica base militare permanente degli Stati Uniti, Camp Lemonnier, ma vi anche sono una base francese e una giapponese, punti d’appoggio per le operazioni internazionali di lotta alla pirateria e di contrasto al terrorismo.

La Cina è già presente a Gibuti finanziando importanti progetti infrastrutturali, tra cui ferrovie verso la vicina Etiopia, porti ed aeroporti, il cui valore stimato è superiore a otto miliardi di euro.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *