Socialize

America latina: pioggia di prestiti cinesi, l’aumento è del 71%

    di  .  Scritto  il  27 febbraio 2015  alle  6:00.

I prestiti concessi dalla Cina ai paesi dell’America latina sono aumentati del 71% nel 2014 toccando la cifra totale di 22 miliardi di dollari. Il dato è stato pubblicato dalla China-Latin America Finance Database. I prestiti cinesi sono risultati superiori al combinato dei fondi messi a disposizione dalla Banca Mondiale e dalla Banca di sviluppo interamericana.A Brazilian entertainer performs a dance beside the Chinese and Brazilian national flags during a tourism festival in Wuhan in this file photo.

Il paese cha ricevuto il maggior unmero di finanziamenti è il Brasile con 8,6 miliardi di dollari, seguito da Argentina (7 miliardi) e Venezuela (5,7 miliardi).

La stragegia seguita dai cinesi in America latina sembra molto simile a quella che ha spianato la strada dell’Africa a Pechino. I presti vengono concessei molto più facilmente che da altri soggetti; Pechni non interferisce nelle vicende interne del paese, al massimo chiede ‘tacitamente’ maggiore spazio per le sue aziende.

D’altra parte sono i paesi latinoamericani a bussare ala pirta della Cina. Lo scorso gennaio, per esempio, è stato il presidente venezuelano Nicolas Maduro a recarsi a Pechino proprio per chiudere aiuto per fronteggiare la caduta dei prezzi del petrolio. Secondo alcuni analisti nel 2015 i finanziamenti potrebbero aumnetare a tal punto da superare il record fatto segnare nel 2010, quando da Pechino arrivarono per la regione 37 miliardi di dollari.

 

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *