Socialize

Pakistan: Musharraf sta “benissimo”, dovrà comparire davanti alla giustizia

    di  .  Scritto  il  10 gennaio 2014  alle  6:00.

Il tribunale speciale che si occupa del caso dell’ex dittatore pakistano Pervez Musharraf per alto tradimento ha stabilito che l’ex capo dell’esercito dovrà comparire davanti alla giustizia il prossimo 16 gennaio, respingendo gli argomenti di questo circa il suo cattivo stato di salute. pakistanmusharraf

Secondo i giudici, riportano i media locali, i referti medici presentati dagli avvocati di Musharraf non giustificano la sua assenza e le sue condizioni fisiche non sono tanto gravi da impedirgli di comparire in tribunale.

In extremis la scorsa settimana Musharraf, 70 anni, è riuscito ad evitare la comparizione al processo per un dolore al petto proprio mentre si recava nelle aule del tribunale ad Islamabad. In seguito è stato ricoverato in un ospedale militare nella vicina Rawalpindi.

Il tribunale ha accettato di ritardare la convocazione fino a quando, ieri, studiate le cartelle cliniche, ha deciso di convocarlo per la prossima settimana.

Il pubblico ministero che si occupa del caso, Akram Sheikh, ha denunciato pochi giorni fa che Musharraf “si nasconde” in ospedale .

Il ricovero in ospedale dell’ex militare ha innescato voci sulla sua imminente partenza dal paese, frutto di un tacito accordo tra le autorità civili e militari. In libertà vigilata, Musharraf non può lasciare il territorio pakistano.

Su richiesta del governo, Musharraf è stato accusato presso la corte suprema di aver sospeso l’ordine costituzionale nel 2007, reato che ha condotto all’attuale processo per alto tradimento e punibile con la pena di morte.

Musharraf ha imposto nel novembre 2007 lo stato di emergenza, sospeso il parlamento e ordinato l’arresto di 60 giudici, fatti che secondo l’articolo 6 della costituzione pakistana, ricorda il ministero dell’Interno, suppongono l’alto tradimento.

Musharraf è arrivato al potere il 12 ottobre 1999 in seguito ad un colpo di stato contro l’allora primo ministro Nawaz Sharif, tornato alla guida del governo dopo avere vinto le elezioni lo scorso maggio. Ha fatto ritorno nel paese lo scorso 24 marzo, dopo quattro anni di esilio volontario a Dubai per “salvare il paese”, con l’intenzione di riprendere la carriera politica.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *