Socialize

Stati Uniti: trasferimento detenuti di Guantanamo, dal congresso un accordo preliminare

    di  .  Scritto  il  11 dicembre 2013  alle  6:00.

I membri dei comitati per i servizi armati di entrambe le camere del congresso degli Stati Uniti hanno annunciato ieri un accordo preliminare per facilitare il trasferimento dei detenuti di Guantanamo in altri paesi, all’interno di un disegno di legge di bilancio per la difesa.
guantanamo

Tale accordo spianerebbe la strada per circa 80 dei 162 prigionieri, ancora presenti nel carcere di Guantanamo – situato in una base statunitense a Cuba -, verso paesi terzi. Tuttavia, l’intesa lascia intatto il divieto di trasferimento per quei detenuti che devono essere giudicati in territorio statunitense e di costruzione di nuove strutture per ospitarli.

Lo scorso maggio il presidente Obama si era impegnato a tracciare un piano per il trasferimento di questi detenuti verso i paesi che si sono mostrati disponibili a riceverli. Lo scorso novembre il senato aveva respinto un emendamento bipartisan che mirava a facilitare il trasferimento dei prigionieri di Guantanamo in territorio statunitense per essere giudicati o in paesi terzi per essere rilasciati.

Il segretario della Difesa Chuck Hagel ha recentemente stimato che quest’anno ogni detenuto di Guantanamo è costato ai contribuenti circa 2,7 milioni di dollari, mentre un prigioniero di un carcere di massima sicurezza federale costa 34 mila dollari.

La maggiore difficoltà nella chiusura di Guantanamo riguarda attualmente i 48 detenuti che non possono essere rilasciati perché rappresentano “una grave minaccia per la sicurezza nazionale”.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *