Socialize

Libia: in aumento numero vittime civili, Bengasi la città più insicura

    di  .  Scritto  il  6 febbraio 2018  alle  7:00.

Sono risultate in aumento a gennaio le vittime civili registrate in Libia. Lo riferisce la missione dell’Onu nel Paese (Unsmil) secondo cui le vittime documentate a causa di violenze e scontri sono state 102, di cui 39 morti e 63 feriti.

La maggior parte delle vittime sono state causate dall’esplosione di ordigni rudimentali e residuati bellici; in pochi casi si è trattato di colpi di arma da fuoco.

Gran parte dei morti e dei feriti è stata registrata a Bengasi (36 mori e 62 feriti), seguita da Tripoli e Abu Kammash. Nello stesso rapporto si riferisce di violazioni del diritto umanitario internazionale e di altre violazioni a al-Zawiya, bengasi, Derna e Sabha.

Benché si siano registrati progressi, la Libia resta un paese diviso sotto varie sfere di influenza e instabile. L’Onu sta provando a tessere le fila di possibili elezioni da tenere dopo il periodo estivo.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *