Socialize

Siria: tank tedeschi usati contro i curdi, nuove tensioni tra Germania e Turchia

    di  .  Scritto  il  26 gennaio 2018  alle  7:00.

La Germania ha sospeso i piani per aggiornare i carri armati a suo tempo venduti alla Turchia e ora utilizzati nella recente incursione in territorio siriano contro i curdi. La decisione di sospendere una richiesta in questo senso giunta dalla Turchia è stata presa in seguito alla diffusione di notizie e immagine di tank Leopard utilizzati dalle forze turche nella regione di Afrin.

Nel corso delle operazioni, secondo notizie riferite da alcune fonti giornalistiche, sono rimasti uccisi almeno 42 combattenti curdi del Ypg; dall’altra parte, avrebbero perso la vita almeno 48 uomini dell’esercito libero siriano, sostenuto dai turchi.

L’incursione è stata condannata dal governo di Damasco, ma di fatto è stata resa possibile da un placet della Russia, a sua volta alleato di damasco nel conflitto in corso.

Sembra dunque evidente che una fase nuova del conflitto si sia aperta e che dopo la sconfitta dell’Isis gli attori ancora in campo stiano cercando nuovi equilibri. A farne le spese, come spesso avvenuto nella storia recente, potrebbero essere le velleità autonomiste dei curdi, il più grande gruppo etnico in Medio oriente privo di uno Stato nazionale.

Alla notizia della sospensione, il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha detto di aspettarsi “supporto e solidarietà” dalla Germania definendo i combattenti curdi del Ypg dei terroristi.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *