Socialize

Stati Uniti: Apple paga le tasse e riporta i suoi dollari a casa anche per creare posti di lavoro

    di  .  Scritto  il  18 gennaio 2018  alle  7:00.

Apple pagherà 38 miliardi di dollari di tasse americane per riportare i capitali tenuti all’estero – si ipotizza 250 miliardi di dollari – negli Stati Uniti, secondo quanto previsto dalle nuovi leggi fiscali federali.

A renderlo noto è stata la stessa società riferendo di voler investire nei prossimi cinque anni negli Stati Uniti oltre 30 miliardi di dollari e di creare in questo modo 20.000 posti di lavoro.

Il colosso di Cupertino non ha specificato quanti dei soldi attualmente all’estero rientreranno negli Stati Uniti, ma il suo amministratore delegato, Tim Cook, ha specificato che che è intenzione del gruppo investire in aree dove ci può essere un diretto impatto sulla creazione di lavoro.

Apple dispone attualmente di centri dati in sette Stati americani e prevede di espandere le sue operazioni a Reno, in Nevada.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *