Socialize

Ucraina: uno scambio di prigionieri riapre le speranze di pace con i separatisti

    di  .  Scritto  il  28 dicembre 2017  alle  6:00.

In quello che è considerato un passo avanti nell’ambito della pace di Minsk, ieri esercito ucraino e ribelli separatisti hanno effettuato un significativo scambio di prigionieri. Circa 230 persone sono state liberate e rimandate all’interno dei territori controllati dai ribelli, in 74 hanno preso la strada inversa.

Quello di ieri è stato il primo scambio di prigionieri degli ultimi 15 mesi, ma la cautela resta d’obbligo. Secondo diversi osservatori lo scambio non significa necessariamente che siano stati fatti progressi sul fronte diplomatico e comunque sono ancora molti i prigionieri detenuti da entrambe le parti.

L’operazione è stata portata a termine tra severe misure di sicurezza ed è frutto di trattative cui hanno direttamente contribuito il presidente russo Vladimir Putin e quello ucraino Petro Poroshenko oltre che il capo della Chiesa ortodossa russa.

Il conflitto in Ucraina è scoppiato nell’aprile del 2014, poco dopo l’annessione della Crimea da parte della Russia.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *