Socialize

Stati Uniti: stretta di Washington su l’Avana, espulsi 15 diplomatici cubani

    di  .  Scritto  il  4 ottobre 2017  alle  7:00.

Gli Stati Uniti hanno espulso 15 diplomatici cubani sostenendo che l’Avana non ha protetto i diplomatici statunitensi di stanza a Cuba da misteriosi attacchi acustici. Gli ultimi sviluppi seguono il ritiro di metà del persona che Washington aveva a disposizione nella sua rappresentanza cubana.

Secondo notizie riferite da Washington, almeno 21 persone del suo staff a Cuba ha sofferto problemi di salute legati a presunti attacchi sonici. Cuba ha negato ogni responsabilità ma non è stata considerata direttamente responsabile nemmeno da Washington.

Secondo diversi osservatori, gli ultimi episodi non fanno che pesare ulteriormente sulle relazioni tra i due Paesi che dopo aver vissuto un momento di idillio durante la presidenza di Barack Obama, stanno rapidamente tornando a livelli da ‘crisi’.

Washington ha comunque sostenuto di voler mantenere relazioni diplomatiche con Cuba  e di voler continuare a cooperare con l’Avana per un’inchiesta sulle cause dei disturbi sofferti dal personale americano.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *