Socialize

Iraq: prove generali di indipendenza, i curdi questa volta ci credono

    di  .  Scritto  il  11 settembre 2017  alle  8:13.

Sarà la volta che vedrà la nascita di uno Stato curdo? L’interrogativo resta d’obbligo ma mai come adesso, almeno in epoca recente, i curdi sono stati così vicini ad avere un loro Stato indipendente. Ad esserne consapevole è lo stesso presidente del Kurdistan iracheno, Massoud Barzani, che si è detto pronto a disegnare i confini del nuovo Stato nel caso in cui Baghdad si dovesse opporre a un voto sull’indipendenza che si terrà a settembre attraverso un referendum.

Barzani si è detto allo stesso tempo pronto a combattere qualunque gruppo voglia cambiare le carte in tavola a Kirkuk, città controllata dai curdi, ricca di petrolio, con importanti minoranze arabe e turkmene.

I curdi sono uno dei gruppi etnici più numerosi del Medio Oriente ma non hanno un loro Stato e la loro presenza va dal Libano alla Siria, alla Turchia all’Iraq e all’Iran. In Iraq costituiscono il 15/20% della popolazione e dalla caduta di Saddam Hussein godono di fatto di una larga autonomia.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *