Socialize

Guerra di parole e di commercio tra Russia e Stati Uniti, tutti contro Trump

    di  .  Scritto  il  3 agosto 2017  alle  10:25.

Russia e Stati Uniti sono di nuovo alle mani. Dopo la decisione di Washington di imporre sanzioni contro Mosca – per le presunte interferenze nel processo elettorale durante le ultime elezioni presidenziali – i russi hanno risposto annunciando una maxi espulsione di diplomatici americani.

Presa dal Congresso americano, la decisione è stata definita dallo stesso presidente statunitense Donald Trump, “profondamente difettosa”. A rincarare la dose, è stato il primo ministro russo Dmitry Medvedev, secondo cui il voto del Congresso è una forma di umiliazione per Trump e dimostra la completa impotenza dello stesso inquilino della Casa Bianca.

Le sanzioni, definite da Medvedev una forma di guerra commerciale, limitano la quantità di investimenti che gli americani possono fare in progetti energetici russi, e rendono più complesse le procedure per quelle società americane che volessero condurre affari in Russia.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *