Socialize

Il Qatar resiste alle pressioni saudite, e arriva il salvagente turco

    di  .  Scritto  il  9 giugno 2017  alle  6:00.

Due giorni dopo la rottura delle relazioni diplomatiche voluta da Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi Uniti e Bahrain nei confronti del Qatar (passo seguito in un secondo momento da altri Paesi arabi), l’emirato ha ricevuto un significativo sostegno dalla Turchia.turchiaerdogan

Ieri, il Parlamento turco ha approvato accordi militari che prevedono il dispiegamento di proprie truppe in una base in Qatar. Una decisione che secondo molti osservatori deve essere letta come “una dimostrazione di sostegno al Qatar”.

La Turchia ha di fatto ratificato un accordo risalente al 2014; la base, che già esiste, avrà la capacità di ospitare 5000 soldati. Un secondo accordo ratificato prevede cooperazione in materia di esercitazioni militari.

La ratifica è avvenuta nel corso di una sessione straordinaria del parlamento turco; gli ultimi sviluppi ridisegnano ulteriormente l’assetto strategico della regione del Golfo. Sebbene la Turchia sostenga di essere vicina sia al Qatar che all’Arabia Saudita, una decisione del genere presa in questo momento non può che essere letta come una decisione favorevole a Doha.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>