Socialize

Svizzera: un referendum boccia il nucleare, sempre più energia rinnovabile

    di  .  Scritto  il  22 maggio 2017  alle  6:00.

Con un referendum che si è tenuto ieri e che ha raccolto il favore del 58,2% degli elettori, la Svizzera ha deciso di abbandonare l’energia nucleare. Sarà un abbandono graduale, ma di fatto la nuova legge vieta la realizzazione di nuove centrali nucleari. Viceversa si darà maggiore sostegno all’uso delle energie rinnovabili e alle politiche per la riduzione del consumo energetico.giapponefukushima

Il voto mette fine a un lungo processo che era cominciato in seguito all’incidente alla centrale nucleare giapponese di Fukushima, nel marzo del 2011.

“Per tutti gli ecologisti, che si interessino di politica o meno, quella di oggi è una giornata storica” ha detto subito dopo la proclamazione dei risultati la deputata verde Thorens Goumaz.

Delusione invece tra i ranghi del primo partito svizzero, l’Unione democratica di centro, unica formazione ad essersi opposta alla nuova legge.

La Svizzera dispone attualmente di quattro centrali nucleari (e cinque reattori); l’ultima dovrebbe smettere di funzionare intorno al 2034.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>