Socialize

Siria: altri marines dagli Stati Uniti, si cinge d’assedio Raqqa

    di  .  Scritto  il  10 marzo 2017  alle  6:00.

Cresce l’impegno degli Stati Uniti in Siria. Nelle prossime settimane altri 400 uomini si uniranno alle forze speciali già presenti a sostegno dei ribelli. L’obiettivo è quello di avviare un’offensiva contro Raqqa, la roccaforte siriana di Isis. Una vittoria, d’altra parte, consentirebbe di rafforzare la posizione dei ribelli in eventuali negoziati con il governo di Damasco che intanto sta procedendo con la sua controffensiva nell’area di Palmira.Turchia-Siria

Ribelli e truppe americane stanno prendendo posizione attorno alla città divenuta simbolo insieme a Mosul in Iraq dell’ascesa del gruppo jihadista. Intanto la coalizione a guida statunitense sta intensificando i raid aerei contro la città e circolano anche notizie di civili rimasti uccisi.

Secondo varie fonti, i combattenti dell’Isis sono guidati da ex comandanti dell’esercito di Saddam Hussein. E la strategia messa a punto dai comandi americani punta a un confronto diretto e netto, nel tentativo di evitare che le maglie dell’assedio non riescano a fare da filtro fra civili e combattenti. Sulla base di alcune stime, i combattenti Isis all’interno della città di Raqqa sono 4000.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *