Socialize

Burkina Faso: nel segno dell’Africa, a Ouagadougou la 25a edizione del Fespaco

    di  .  Scritto  il  28 febbraio 2017  alle  7:24.

Si è aperto lo scorso sabato a Ouagadougou la 25ma edizione del Fespaco, il festival del cinema africano organizzato dal 1969 nella capitale del Burkina Faso. La cerimonia di apertura è stata presenziata dal capo dello Stato Roch Marc Christian Kaboré; è seguito quindi un concerto allo stadio municipale del cantante ivoriano Alpha Blondy che ha esordito con un “Allah non è un Dio terrorista” per ricordare le vittime degli attentati di Ouagadougou e di Grand Bassam dello scorso anno. BurkinaFespaco

Le proiezioni dei film in concorso si terranno nella sala principale da 1200 posti e in altre sei sale; ma a Ouagadougou e nei villaggi vicini sono stati creati spazi di proiezione informali per quella che è considerata una grande festa africana dedicata al cinema. 

In competizione ci sono 164 film, di cui 20 lungometraggi prodotti in 14 Paesi; in palio c’è l’Etalon d’or de Yennenga che due anni fa era stato appannaggio del film marocchino ‘Fievres’. 

“Noi pensiamo che il cinema deve essere vettore di consolidamento della nostra cultura africana – ha detto Kaboré – non dobbiamo farci colonizzare costantemente dalle culture di altri. Dobbiamo inoltre tradurre nel cinema valori positivi su cui si fondano le società africane”.

Il Fespaco rappresenta un’importante vetrina per il Burkina Faso che ha destinato per l’iniziativa la cifra di due milioni di euro e un impegno particolare per la garanzia della sicurezza.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *