Socialize

Stati Uniti e Messico alla prova del muro, intanto Peña Nieto ‘cancella’ Washington

    di  .  Scritto  il  27 gennaio 2017  alle  9:05.

1024px-Border_Mexico_USAAnche il resto del mondo dice la sua e, pur non disponendo della stessa forza, occorrerà tenerne conto, nel bene e nel male. Forse ha pensato questo il presidente statunitense Donald Trump nelle ultime ore.

Da una parte Trump è in attesa di parlare con l’anglofona Theresa May, con cui non dovrebbe avere problemi particolari anche in considerazione della decisione della Gran Bretagna di lasciare l’Unione Europea. Dall’altra parte ha dovuto constatare che l’opzione di costruire un muro di separazione con il Messico e di farne pagare i costi ai messicani imponendo sul loro export in direzione USa una tassa del 20% quanto meno non è piaciuta.

Ieri, il presidente messicano Enrique Peña Nieto ha condannato i piani di Trump e cancellato un viaggio negli Stati Uniti che era in programma.

Secondo i calcoli fatti dall’amministrazione americana il muro divisorio tra Messico e Stati Uniti, lungo 3200 chilometri, dovrebbe costare tra gli 8 e i 12 miliardi di dollari; tanto quanto dovrebbe generare una tassa del 205 imposta sui prodotti messicani.

Resisterà Pena Nieto nelle sue posizioni? L’interrogativo dovrebbe presto essere sciolto, certo un suo viaggio in questo momento, secondo diversi osservatori, sarebbe stato letto come un gesto di debolezza nei confronti del potente vicino…

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *