Socialize

Gran Bretagna, diritti umani e isole Chagos: le accuse di Mauritius

    di  .  Scritto  il  18 novembre 2016  alle  6:00.

Il rifiuto della Gran Bretagna a consentire agli abitanti delle isole Chagos di tornare nell’arcipelago da dove furono espulsi per far posto a una base militare è un oltraggio ai diritti umani: a sostenerlo è stato il governo delle Mauritius in un nuovo comunicato diffuso ieri su una questione vecchia di alcuni decenni. diego-garcia

Le Mauritius rivendicano la sovranità dell’arcipelago e ospitano attualmente una parte dei 10.000 abitanti e discendenti di quanti furono costretti a lasciare le loro case nel 1965.

Quell’anno, tre anni prima che le Mauritius ottenessero l’indipendenza da Londra, la Gran Bretagna separò le Chagos dal resto suoi possedimenti.

La base militare ospitata nell’isola Diego Garcia è data in affitto agli Stati Uniti che potrebbero tenerla fino al 2036.

Il governo delle Mauritius ieri ha ribadito la sua posizione e accusato Londra di agire in violazione di una sentenza della Corte di arbitrato sui diritti umani risalente al 18 marzo 2015. Da parte sua Londra ha sbloccato ieri un fondo di 47 milioni di euro in favore di chagossiani e loro discendenti.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *