Socialize

Stati Uniti: la storia è con Hillary Clinton, ma il ‘ribelle’ Sanders non cede

    di  .  Scritto  il  9 giugno 2016  alle  6:00.

Montano le pressioni su Bernie Sanders, il senatore del Vermont che ha sfidato Hillary Clinton nelle primarie democratiche teoricamente vinte dalla stessa Clinton dopo il voto di martedì; una vittoria storica che porta per la prima volta una donna a contendersi la presidenza.statiunitihillaryclinton

Sanders non solo non si è ritirato ma non ha nemmeno riconosciuto la vittoria della rivale che nel frattempo ha superato il numero di delegati necessari perché il partito la scelga come sua candidata alle prossime presidenziali contro il repubblicano Donald Trump.

Incontrando i suoi sostenitori a Santa Monica, Sanders ha detto di essere pronto a lottare per ogni singolo voto fino alla convention democratica che si terrà a luglio.

Oggi, però, Obama potrebbe riuscire a convincerlo a ritirarsi in nome dell’unità del partito. Il presidente americano ha infatti in programma un incontro con Sanders. Perché faccia così è diventata materia di analisi dei giornali americani. Di certo, Sanders continua a parlare della necessità di una rivoluzione e della volontà di portare la battaglia fino alla fine.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *