Socialize

Brasile: a un passo dall’impeachment, ma per Dilma è un “tentativo di golpe”

    di  .  Scritto  il  19 aprile 2016  alle  6:00.

Il giorno dopo il voto del camera bassa del parlamento, che ha votato per la sospensione di Dilma Rousseff dal suo incarico, la presidente brasiliana ha sostenuto di essere pronta a condurre la sua battaglia in Senato, dove a maggio si avrà il verdetto definitivo sul suo futuro e su quello del paese.Dilma Rousseff

Dilma ha respinto le accuse e parlato di “golpe”, ma contro di lei hanno votato 367 deputati (contro 137 a favore). Se il Senato si dovesse esprimere allo stesso modo, Dilma sarà sospesa e dovrà affrontare un processo; nel frattempo i poteri passeranno al vicepresidente Michel Tamer e il Senato avrà sei mesi di tempo per un giudizio finale. Dopo si terrà un nuovo voto e se anche a quel punto il voto le sarà sfavorevole, Dilma sarà sospesa dal suo incarico per sempre.

Dilma è accusata di aver consentito tecniche finanziarie ‘creative’ stornando fondi pubblici da banche pubbliche al Tesoro e creando in questo modo in maniera artificiosa un surplus di bilancio; la presidente si è difesa sostenendo di non aver commesso alcun reato.

Tra i candidati alla successione, oltre a Temer – che potrebbe essere chiamato in causa per le stesse accuse – ci sono Eduardo Cunha e Renan Calheiros.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *