Socialize

Afghanistan: colloqui in Pakistan per una via negoziale al conflitto con i talebani

    di  .  Scritto  il  12 gennaio 2016  alle  6:00.

Il Pakistan ha ospitato ieri un vertice nel tentativo di definire una strada negoziale per riportare la pace in Afghanistan, ma all’incontro non erano presenti delegati dei talebani. Presenti erano invece rappresentanti del governo di Kabul, e diplomatici cinesi e statunitensi oltre che pachistani.afghanistanpakistan

Secondo alcune fonti, l’assenza dei talebani è legata alle divisioni che da qualche tempo hanno interessato il gruppo aprendo la strada anche all’ingresso dell’Isis in alcune zone.

“I partecipanti – si legge nella nota congiunta diffusa al termine dei lavori – hanno sottolineato l’immediata urgenza di colloqui diretti tra il governo dell’Afghanistan e i rappresentanti dei gruppi talebani nell’ambito di un processo di pace che garantisca l’unità del paese, la sua sovranità e inetegrità territoriale”.

I colloqui tra governo e talebani in corso lo scorso anno si erano bloccati alla notizia della morte del leader talebani Mullah Omar; quest’ultimo era in realtà scomparso già nel 2013, ma la notizia non era trapelata.

Lo scorso luglio, il vice di Mullah Omar, Mullah Mansour, era stato scelto per guidare i talebani ma non era riuscito a raccogliere il concenso di alcuni comandanti riunitisi poi in una fazione rivale capeggiata da Mullah Mohammad Rasul.

Secondo alcuni osservatori, uno degli aspetti piùrilevanti dei colloqui di ieri è stata la partecipazione di Cina e Stati Uniti che potrebbe attenuare la presenza del Pakistan considerata ingombrante dal governo di Kabul per i legami mai confermati tra lo stesso Pakistan e i talebani.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>