Socialize

A Roma il Mediterraneo a confronto al Forum Med, Mediterranean Dialogues

    di  .  Scritto  il  10 dicembre 2015  alle  6:00.

Basta guardare la lista di partecipanti già confermati per rendersi conto di cosa sarà Med, Mediterraean Dialogues, la conferenza dedicata al Mediterraneo in programma a Roma da oggi al 12 dicembre. L’apertura sarà affidata all’ex capo di Stato italiano e attuale presidente onorario di Ispi – il think tank che in collaborazione con il ministero degli Esteri ha organizzato la conferenza – Giorgio Napolitano, all’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi e al ministro degli Affari Esteri italiano Paolo gentiloni con due keynote address del presidente del Consiglio Matteo Renzi e del re di Giordania Abdullah II.farnesina

Durante i tre giorni della conferenza si alterneranno 200 leader internazionali dell’economia, della politica e della cultura lungo quattro percorsi tematici – Shared prosperity, Shared security, Migration e infine Media, Culture and Society – e 23 sessioni. Assicurata anche la presenza di 33 fra capi di Stato, ministri e vertici di organizzazioni multilaterali, oltre ai rappresentanti di 30 think tank e istituzioni internazionali. Tra i presenti ci sarà il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e forse anche il segretario di Stato americano John Kerry.

La conferenza, ha detto il ministro Gentiloni, si svilupperà attorno a temi centrali per la regione mediterranea, tenendo conto della complessità del momento, un momento in cui l’Italia è chiamata in prima fila nel tentare di risolvere le crisi maggiori. Per questo motivo si parlerà di migrazioni, terrorismo ma “si cercheranno anche le basi per ricreare un tessuto di ordine che sembra completamente lacerato” alla luce delle complessità che la regione stessa presenta.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *