Socialize

Sudafrica-Cina: Jinping e Zuma a Pretoria, strette di mano e miliardi di dollari

    di  .  Scritto  il  3 dicembre 2015  alle  9:05.

Alzare il livello di cooperazione: di questo e dei mezzi che servono per raggiungere questo obiettivo hanno parlato ieri a Pretoria il presidente sudafricano Jacob Zuma e il presidente cinese Xi Jinping. I due si sono incontrati alla vigilia del summit di Johannesburg – il Forum sulla cooperazione sino-africana (FOCAC) – che vedrà riuniti domani e sabato i capi di Stato e di governo del continente insieme al capo di Stato cinese.South African President Jacob Zuma in China

“Grazie agli sforzi congiunti dei due paesi – ha detto il presidente cinese – il partenariato strategico globale tra Cina e Sudafrica ha conosciuto una buona dinamica che ha condotto anche a un rafforzamento della fiducia reciproca e della cooperazione dinamica in diversi settori, con mutuo beneficio di entrambe le popolazioni”.

Xi, alla sua seconda visita nel paese, è stato accolto con tutti gli onori da Zuma, secondo cui le relazioni tra i due paesi “non mai state migliori”; i due hanno assistito alla firma di accordi per 6,5 miliardi di dollari prevalentemente destinati allo sviluppo di infrastrutture e hanno affrontato il tema della bilancia commerciale attualmente nettamente a favore della Cina.

“Le relazioni tra Cina e Sudafrica sono a un nuovo livello storico – ha detto Xi – vogliamo farne un modello da applicare anche ad altre economie emergenti”.

In totale ieri sono stati firmati 26 accordi, uno di questi prevede il miglioramento della cooperazione in ambito nucleare: per far fronte ai continui blackout il giverno sudafricano ha infatti deciso di puntare da tempo sull’energia nucleare e ha già sottoscritto accordi con altri paesi.

La Cina collaborerà alla costruzione di un impianto di produzione di automobili che sorgerà entro la fine del 2017 e fornirà un prestito da 2,5 miliardi di dollari alla Transnet, la società di Stato attiva nella logistica.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *