Socialize

Siria: tra Russia e Turchia, le vittime vere sono pace e popolazione civile

    di  .  Scritto  il  26 novembre 2015  alle  7:09.

Basterà a confermare le ragioni della Turchia una registrazione audio diffusa dall’esercito turco nella quale si sente una voce ordinare in inglese di cambiare direzione ai piloti del SU-24 russo poi abbattuto? Evidentemente il problema è molto più profondo, dimostra i livelli del conflitto in Siria, gli interessi contrapposti in gioco. La Turchia sostiene che il velivolo russo ha violato per 17 secondi lo spazio aereo turco e che sono stati 10 gli avvertimenti fatti prima di sganciare il missile aria-aria: una tesi realisticamente poco sostenibile.siriarussia

Al di là della verità vera, di chi abbia ragione o torto, i punti sono altri mentre pressioni vengono esercitate in queste ore perché Turchia e Russia abbassino i toni.

Primo punto: ci sono una dozzina di paesi che stanno bombardando obiettivi in territorio siriano. Lo fa Israele a sud, a difesa dei propri interessi, lo fa la Turchia a nord, soprattutto contro obiettivi curdi, lo fanno gli Stati Uniti contro l’Isis – ma in un anno non sembra abbiano avuto grande efficacia – lo fanno una serie di paesi arabi, lo fa la Francia. L’ultima arrivata è la Russia, scesa a difesa dell’alleato Bashar al-Assad anche con truppe di terra.

Bombardamenti a sostegno di posizioni anche contrastanti tra loro e con effetti comunque devastanti per la popolazione civile. Quest’ultima è la parte più debole e indifesa di una sitruazione che con il tempo si è fatta sempre più complessa.

Lo scontro tra Russia e Turchia è conseguenza di questa situazione sul campo e potrebbe anbche avere ripercussioni economiche, forse più pesanti per Ankara che per Mosca.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *