Socialize

Nigeria: dopo mesi il presidente Buhari nomina il governo, e si tiene il petrolio

    di  .  Scritto  il  12 novembre 2015  alle  7:37.

Dopo la cerimonia di giuramento avvenuta ieri ad Abuja nella sede del palazzo presidenziale, sono stati resi noti gli incarichi di governo assegnati ai 36 ministri designati nelle settimane scorse dal presidente Muhammadu Buhari.nigeriabuhari

A darne notizia con ampia evidenza sono i media nigeriani, ricordando come Buhari fosse stato aspramente criticato dagli investitori internazionali per il ritardo con il quale ha proceduto a formare il governo, cinque mesi dopo aver assunto l’incarico di capo dello Stato a seguito della sua elezione lo scorso 29 maggio.

La maggior parte dei ministri nominati, le cui figure erano già passate nelle settimane scorse al vaglio del Parlamento, sono esponenti politici di lungo corso o personalità che hanno ricoperto già incarichi in organizzazioni finanziarie private internazionali.

A guidare per esempio il ministero delle Finanze è stato chiamato l’ex banchiere Kemi Adeosun, che aveva già ricoperto l’incarico di ministro delle Finanze dello stato sud-occidentale di Ogun.

L’ex amministratore delegato della società di private equity African Capital Alliance, Okechukwu Enelamah, è stato invece incaricato a ricoprire il ministero dell’Industria, del commercio e degli investimenti.

Al ministero dell’Energia, dei lavori pubblici e delle abitazioni è stato nominato l’ex governatore dello stato di Lagos, Babatunde Fashola. L’ex governatore dello stto sud-orientale di Rivers, Rotimi Amaechi, ha invece ottenuto il ministero dei Trasporti.

Il generale in pensione e già capo di stato maggiore dell’esercito tra il 2008 e il 2010, Abdulrahman Bello Dambazau, è stato nominato alla guida del ministero dell’Interno, mentre il suo collega d’armi Monsur Dan-Ali ha ottenuto l’incarico di guidare il ministero della Difesa.

All’ex vice-direttore generale dell’Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale (Wipo), Geoffrey Onyeama, è stato assegnato l’incarico di guidare il ministero degli Affari esteri.

Il presidente nigeriano Buhari ha mantenuto per sé il portafoglio del Petrolio, principale fonte di introiti per l’economia nazionale, assegnando all’attuale amministratore delegato della compagnia petrolifera statale Nnpc Ibeh Kachikwu il ministero di Stato per l’espletamento delle attività quotidiane del dicastero.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *