Socialize

Libertà di espressione e diritti umani: l’Unione Europea bacchetta la Turchia

    di  .  Scritto  il  10 novembre 2015  alle  9:53.

L’Unione Europea ha accusato la Turchia di aver fatto significativi passi indietro negli ultimi due anni in termini di libertà di espressione e di diritti umani. L’accusa è contenuta all’interno di un rapporto della Commissione europea e arriva a poco tempo dalle elezioni che hanno riconsegnato la maggioranza assoluta del parlamento al Partito Giustizia e Sviluppo del presidente Recep Tayyip Erdogan.turchiaerdogan

Il rapporto punta il dito anche contro il sistema giudiziario e nuove leggi che hanno allontanato il paese dagli standard europei. La sua pubblicazione è stata ritardata di qualche settimana per evitare interferenze nei colloqui in corso sulla questione dei rifugiati e nello stesso voto.

Nel documento non vengono fatti riferimenti diretti a Erdogan, ma si sottolinea come dopo anni di progressi nell’ultimo biennio la Turchia abbia imboccato una strada di sostanziale regresso coincisa con il riacuirsi della questione curda e la fine del cessate-il-fuoco con i separatisti del Pkk.

Tra gli aspetti considerati più critici sono leggi intervenute nella regolazione dell’uso di Internet e commistioni tra politica e sistema giudiziario che hanno minato l’indipendenza di quest’ultimo.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *