Socialize

Urdu lingua ufficiale, così il Pakistan snobba l’inglese e cambia la sua storia

    di  .  Scritto  il  14 settembre 2015  alle  6:00.

Basta con l’inglese. Almeno nel modo in cui si è proceduto finora. La Suprema Corte pachistana ha stabilito che l’urdu debba sostituire l’inglese come lingua ufficiale.pakistancartellone

La particolarità di questa decisione risiede nel fatto che l’urdu in realtà, benché parlato e capito in tutte le grandi città pachistane, è ben lungi dall’essere la prima lingua del paese. Ad occupare il primo posto del podio è infatti il punjabi (48% della popolazione) seguito dal sindhi (12%), dal saraiki (10%) e dal pashto (8%); l’urdu condivide la stessa posizione del pashto e tra gli idiomi più comuni è davanti solo al baluchi. L’inglese è invece stata la lingua favorita delle elite, ma viene usata abitaulmente nella cartellonistica e negli affari.

Altro paradosso: l’urdu è più diffuso nella vicina India dove è lingua ufficiale e dell’amministrazione insieme a hindi e inglese. Con l’hindi poi ha in realtà molto in comune, distinguendosi solo per questioni lessicali e per l’uso della grafia araba.

Chi critica la decisione della Corte Suprema fa notare come sia in realtà l’inglese la lingua franca del resto del mondo e come dare preferenza all’urdu possa portare a conseguenze non immaginabili anche in termini di occupazione dal momento che ogni più piccola città si è dotata nel tempo di scuole di inglese e che una parte dell’editoria sia imperniata sull’uso della lingua di Shakespeare.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *