Socialize

Germania: migranti, le decisioni della Merkel, le sfide vecchie e nuove da vincere

    di  .  Scritto  il  8 settembre 2015  alle  6:00.

La cancelliera Angela Merkel ha detto che il flusso di migranti in corso adesso terrà occupata e cambierà la Germania nei prossimi anni. La stessa cancelliera ha annunciato misure per accelerare le procedure per le richieste di asilo e parlato di sforzi per aumentare le abitazioni popolari. Ha infine chiesto il contributo degli altri paesi europei.germaniarifugiati

Dopo il silenzio, sembra che l’Europa abbia preso le sue decisioni, definendo una divisione quote migranti da qui ai prossimi anni. Numeri che però sembrano esigui anche rispetto alle dimensioni del conflitto in corso in Siria.

E in effetti, solo quest’anno, la Germania si aspetta 800.000 richieste di asilo; 18.000 sono le persone arrivate solo nell’ultimo fine settimana. Le quote decise dalla Commissione europea prevedono che 160.000 migranti siano riposizionati, compresi 66.000 arrivati in Grecia, 54.000 in Ungheria e 40.000 in Italia.

Le aperture della Merkel stanno comunque agitando il mondo politico tedesco. L’Unione sociale cristiana bavarese – partito alleato ai cristiano-democratici della Merkel – ha parlato di “segnali totalmente sbagliati”. E ci sono stati anche casi di incendi dolosi contro centri di accoglienza.

D’altra parte, come ricordato da un recente approfondimento pubblicato su De Spiegel, la Germania non è nuova a episodi di intolleranza e ha ricordato un fatto avvenuto lo scorso 16 aprile a Nauen, una piccola città dello stato di Brandeburgo, dove un centinaio di neonazisti ha marciato contro il locale centro di accoglienza per rifugiati. Dal 2002, i centri incendiati sono stati finora una trentina. Le decisioni della Merkel aprono una strada nuova, di solidarietà e di sfide anche vecchie da vincere.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *