Socialize

Kenya: Obama indica la strada e parte per la “storica” visita in Etiopia

    di  .  Scritto  il  27 luglio 2015  alle  6:00.

“Il Kenya è a un importante bivio, un momento storico fatto di rischi ma anche di enormi promesse”: così il presidente statunitense Barack Obama si è rivolto ai keniani nel corso del suo ultimi discorso nella terra natia del padre prima di partire alla volta dell’Etiopia. Obama ha fatto riferimento a corruzione, terrorismo, divisioni etniche e tribali come minacce per il futuro; ma ha anche parlato delle potenzialità del paese, dei progressi fatti e del futuro che si staglia all’orizzonte.Kenya Obama

Parlando in diretta televisiva, dal Kasarani stadium, Obama ha riconosciuto il ruolo del governo kenianio nella lotta a gruppo come al-Shabaab che hanno firmato alcuni tra gli attacchi più cruenti in territorio keniano come quello alla cittadella universitaria di Garissa, lo scorso aprile (circa 150 morti) e quello del settembre 2013 contro il centro commerciale Westgate shopping centre.

Nel corso della tappa keniana, Obama ha anche sottolineato i grandi passi avanti compiuti dal continente sia in campo economico, che politico e sociale. Divergenti invece le opinioni espresse da Obama e da Uhuru Kenyatta, presidente keniano, su alcuni ambiti, in particolare sui diritti gay.

Lasciato il Kenya, Obama si è recato in Etiopia, dove sarà il primo capo di stato americano a rivolgere un discorso ai 54 membri dell’Unione Africana: il discorso sarà pronunciato martedì. La presidente della Commissione dell’Unione Africana, Nkosazana Dlamini-Zuma, ha defintio il viaggio di Obama “una visita storica” che “amplierà e approfondirà le relazioni stra Unione Africana e Stati Uniti”.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *