Socialize

Mali: ribelli e governo firmano accordi di pace, resta fuori l’estremismo jihadista

    di  .  Scritto  il  22 giugno 2015  alle  12:35.

I principali gruppi armati di ribelli e il governo del Mali hanno firmato nel fine settimana un accordo a Bamako per la pace e la riconciliazione nazionale, al termine del processo di pace guidato dall’Algeria.africasahelmaliniger

La Cerimonia di firma è stata presieduta dal Presidente del Mali Ibrahim Boubacar Keita.

I principali gruppi armati, confluiti nel Coordinamento dei movimenti di Azawad (CMA), si erano rifiutati di firmare un precedente accordo – sottoscritto il 15 maggio scorso dal governo del Mali, dalla comunità internazionale e da altri gruppi armati minori – chiedendo maggiori concessioni e garanzie dal governo.

L’accordo del fine settimana è stato firmato da Ibrahim Sidi Ould Sidatti, uno dei leader del movimento arabo di Azawad (MAA) per conto della CMA.

L’intesa raggiunta prevede una parziale autonomia per il nord del Mali. Il governo, che giovedì ha ritirato tutti i mandati di cattura emessi contro i leader della ribellione, ha annunciato anche nuovi piani di sicurezza e un programma di sviluppo per l’Azawad.

Da decenni, le popolazioni Tuareg ed Arabe del nord del Mali denunciano lo stato di abbandono, degrado e povertà in cui versano le regioni settentrionali del paese.

Sin dalla sua indipendenza formale, nel 1960, il Nord del Mali è stato teatro di almeno quattro grandi sollevazioni. Dall’accordo firmato in Algeria restano fuori i gruppi jihadisti.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *