Socialize

Sudafrica: un nuovo leader per il principale partito d’opposizione

    di  .  Scritto  il  11 maggio 2015  alle  9:52.

È Mmusi Maimane, 34enne nero di Krugersdorp, il nuovo leader della Democratic Alliance (DA), il principale partito dell’opposizione sudafricana. Maimane, il primo nero di sempre a guidare l’alleanza di centrodestra, prende il posto di Helen Zille, attuale premier della provincia di Western Cape, che aveva annunciato l’indisponibilità a ricandidarsi alla guida dell’alleanza.SudafricaMmusiMaimane

Secondo un conteggio effettuato dai responsabili della sua campagna, Maimane avrebbe ottenuto circa il 90% dei voti del 1425 delegati arrivati a Port Elizabeth per il congresso nazionale della Da. Nettamente battuti dunque il presidente uscente del partito, Wilmot James (appartenente alla comunità dei coloured, i mulatti) e gli altri due candidati, Adrian Naidoo e Morgan Oliphant. Nel suo primo discorso da leader, Maimane ha detto che nel partito non ci sarà spazio “per chi cerca di dividere” e che gli sforzi di tutti dovranno essere diretti a combattere “i veri nemici: disoccupazione, povertà e disuguaglianza”.

Alle ultime elezioni politiche la Democratic alliance, in uno scenario sempre dominato dall’African national congress (ANC) che guidò la lotta contro l’apartheid, ha raccolto circa il 22,25% dei consensi. Forte tra i bianchi e i coloured, la coalizione fatica tuttavia a farsi strada tra i neri delle classi popolari. La scelta del carismatico Maimane, che un anno fa aveva guidato – pur non riuscendo a prevalere – il movimento nelle votazioni del Gauteng, la provincia più ricca del paese, è probabilmente parte della strategia di partito per recuperare posizioni in questo segmento della popolazione.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *