Socialize

Brasile: stime negative su economia e inflazione

    di  .  Scritto  il  31 marzo 2015  alle  9:06.

Gli analisti si attendono una contrazione dello 0,83% dell’economia brasiliana nel 2015, il peggior risultato dal 1990, accompagnata a un’inflazione che quest’anno salirà all’8,12%, la più alta dal 2003.brasile

Lo riferisce un sondaggio della Banca Centrale, secondo cui appena una settimana fa gli stessi analisti pronosticavano un -0,78%.

Se la previsione dovesse essere confermata, sarebbe la peggiore performance dell’economia brasiliana negli ultimi 25 anni dopo il calo del 4,35% registrato nel 1990. La contrazione confermerebbe anche la tendenza al deterioramento del Pil della principale economia latinoamericana che, cresciuto del 2,49% nel 2013, lo scorso anno non ha registrato aumenti oltre lo 0,20%.

Gli esperti non prevedono peraltro una forte ripresa nel 2016, anno per il quale pronosticano una crescita dell’1,20%; quattro settimane fa la previsione era dell’1,50%.

Gli economisti sono stati anche più pessimisti circa l’andamento dei prezzi, prevedendo un avvicinamento al tasso di inflazione del 9,3% toccato nel 2003.

L’obiettivo di inflazione nel paese è del 4,5% annuo, con una tolleranza di due punti percentuali, che consente all’indice di raggiungere un massimo di 6,5%. Lo scorso anno è stato del 6,41% (nel 2013 del 5,91%).

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Un commento a Brasile: stime negative su economia e inflazione

  1. Pingback: Esteri | Associazioni Riunite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *