Socialize

Ucraina: Obama sventola la carta delle armi, l’Europa resta contraria

    di  .  Scritto  il  10 febbraio 2015  alle  6:00.

Hanno faticato a trovare un passo comune sulla crisi ucraina la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente statunitense Barack Obama. I due si sono incontrati ieri alla Casa Bianca e sullo sfondo a dominare era la possibilità che gli Stati Uniti forniscano armi a Kiev. Una eventualità malvista da diversi paesi europei restii a esacerbare una situazione già critica e a trovarsi di fronte un nemico ben armato come la Russia.statiunitigermania

Obama, pur dicendo che la prospettiva di una soluzione militare “è sempre stata bassa” ha però ricordato come le iniziative diplomatiche finora condotte abbiano prodotto pochi risultati. Per questio motivo, ha aggiunto, gli Stati Uniti starebbero valutando tutte le opzioni compreso l’invio di “armi difensive”.

Al di là del significato dato alle parole “armi difensive”, resta il fatto che sia la Germania che la Francia – che per conto dell’Unione Europea stanno conducendo trattative tra Kiev e Mosca – sono contrarie all’arrivo di nuove armi nella regione. E la Merkel ieri lo ha ribadito: “Ho sempre detto che non vedo alcuna soluzione militare possibile per questo conflitto”.

L’Europa intanto rinvierà l’applicazione di nuove sanzioni economiche contro la Russia. Il rinvio è legato ai nuovi incontri tra le parti che si terranno domani a Minsk, la capitale della Bielorussia, dove si parlerà in particolare di un piano porposto da Francia e Germania.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *