Socialize

Australia: Sidney, sequestro si chiude con tre morti

    di  .  Scritto  il  16 dicembre 2014  alle  6:00.

Tre morti e quattro feriti. Questo il bilancio con cui ieri si è conclusa la vicenda del Lindt Chocolat Cafe, un ceffè situato nel centro di Sidney, in Australia, e diventato teatro di un sequestro di dievrse persone tenute in ostaggio per 16 ore. A rimanere uccisi, in seguito all’azione di commando australiani, sono stati due ostaggi e il sequestratore, Man Haron Monis.australiamonis

Originario dell’Iran, Haron Monis aveva ottenuto nel 1996 asilo politico in Australia ed era noto alle forze dell’ordine per una serie di azioni dimostrative e prese di posizione assunte in particolare durante la presenza di soldati australiani in Afghanistan.

Sebbene abbia esposto la bandiera nera con la professione di fede islamica utilizzata dai jihadisti in Iraq e in Siria, le autorità australiane hanno parlato di un incidente isolato. Haron Monis era riuscito a prendere in ostaggio 17 persone, l’intervento delle forze speciali sarebbe avvenuto in seguito all’esplosione di alcuni corpi di arma da fuoco da parte del sequestratore.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>