Socialize

Russia: contro le sanzioni, prodotti alimentari da India e Israele

    di  .  Scritto  il  29 ottobre 2014  alle  6:00.

A quattro fornitori indiani di prodotti alimentari è stato già garantito l’accesso ai mercati della Russia, mentre le prime carni e verdure da Israele potrebbero arrivare sugli scaffali russi già prima della fine dell’anno.Russia-India
Una lista completa di tutte le aziende indiane a cui sarà consentito di esportare carne e altri prodotti alimentari – ha detto il vice ministro russo per lo Sviluppo economico, Alekksey Likhachyov – è attesa entro la fine di quest’anno.
In un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa RIA, Likhachyov ha aggiunto poi che nelle prossime settimane funzionari russi si recheranno in India per una serie di ispezioni nelle fabbriche locali.
“Alcune delle decisioni relative all’accesso dei prodotti agricoli al mercato della Russia saranno adottate prima della Commissione intergovernativa russo-indiana prevista per il 5 novembre”, ha dichiarato alla fine di una riunione preparatoria dell’incontro.
Per quel che riguarda i prodotti alimentari da Israele, il vice primo ministro Arkady Dvorkovich ha detto al termine di una visita a Tel Aviv che potrebbe arrivare in Russia già prima della fine dell’anno.
Dvorkovich ha sottolineato come la Russia sia anche profondamente interessata allo scambio di tecnologia in campo agricolo, specificando che le aziende agricole russe e israeliano possono godere del pieno sostegno dello stato in questo ambito.
La Russia ha avviato nei mesi scorsi una serie di incontri e negoziati con nuovi e diversi fornitori alimentari dopo aver ordinato il 7 agosto un bando di un anno alle importazioni di carni, carne, pesce, frutta, verdura e latticini dai paesi UE, Stati Uniti, Canada, Norvegia e Australia. Il divieto alle importazioni era stato dopo le le sanzioni imposte il 12 settembre scorso in seguito alla crisi ucraina contro aziende russe nei settori petrolifero, finanziario e della difesa dagli stessi paesi. Soltanto per il settore agroalimentare, gli scambi commerciali tra Europa e Russia valgono quasi dodici miliardi di euro l’anno.
→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

2 commenti a Russia: contro le sanzioni, prodotti alimentari da India e Israele

  1. Sandra Cacchi Rispondi

    29 ottobre 2014 alle 13:57

    Solo degli incompetenti sprovveduti e ignoranti come i nostri politici hanno permesso di perdere il più immportante cliente dei nostri prodotti agricoli con la conseguenza che ciuderanno centinaia di az agricole compresa la nostra. Esempio il mercato delle carni ha perso in 1 mese oltre il 30 %del prezzo il parmigiano il50% le pere vengono distrute ecc…… meditiamo

  2. klement Rispondi

    24 novembre 2014 alle 8:05

    Così Russia, India e magari pure Cina faranno un unico blocco antioccidentale.
    L’Ue fino a poco fa sapeva solo uniformare la lunghezza delle banane, e adesso sanziona paesi più grossi di lei, scimmiottando il delirio di onnipotenza tipicamente americano.
    E poi in strada nazionalismo da stadio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *