Socialize

Turchia: USA spiavano Erdogan, convocato incaricato d’affari

    di  .  Scritto  il  2 settembre 2014  alle  7:00.

Le autorità turche hanno convocato ieri l’incaricato di Affari americano ad Ankara.

Lo ha fatto sapere il portavoce del governo, precisando che al centro dei colloqui sono state le recenti notizie pubblicate sulla stampa tedesche relative all’attività di spionaggio statunitensi su suolo turco e ai danni del governo di Ankara.

“Il nuovo ambasciatore americano non c’è ancora, ma il suo incaricato d’affari è stato convocato per spiegazioni” ha detto il vice-premier turco Bülent Arinç  al termine del consiglio dei ministri di ieri.

Nella sua edizione domenicale, il settimanale Der Spiegel, sulla base di documenti resi pubblici da Edward Snowden, ha rivelato che i servizi segreti americani e inglesi hanno condotto un’intenza sorveglianza elettronica del governo turco, loro alleato in seno alla NATO.

Secondo lo Spiegel, l’Agenzia per la sicurezza nazionale americana (NSA) spia sin dal 2006 i computer dei più alti responsabili turchi per conoscere le intenzioni del dirigente Recep Tayyip Erdogan.

Alla testa del governo turco dal 2003, Erdogan è stato eletto presidente il 10 agosto scorso e appena iniziato un mandato quinquennale come capo di Stato.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *