Socialize

Pechino avanza l’ipotesi di un accordo di libero scambio con l’Unione Europea

    di  .  Scritto  il  28 gennaio 2014  alle  6:00.

Il capo della diplomazia cinese ha avanzato l’ipotesi di un accordo di libero scambio con l’Unione Europea (Ue), un passo una volta impensabile che mostra un netto miglioramento nelle relazioni tra due dei più grandi mercati del mondo.cina

“Sono buone le prospettive per la cooperazione commerciale tra la Cina e l’Ue”, ha detto ieri ai giornalisti il consigliere di Stato cinese, Yang Jiechi, dopo l’incontro con la titolare della politica estera del blocco regionale, Catherine Ashton.

Le dichiarazioni di Yang arrivano prima della visita a Bruxelles del presidente cinese, Xi Jinping, in programma per marzo.

Yang ha detto che le due parti devono “lavorare insieme per creare le condizioni per il lancio di uno studio di fattibilità su un accordo di libero scambio tra Cina e Ue”.

Il premier britannico, David Cameron, ha detto in dicembre, durante una visita a Pechino, di essere un “forte sostenitore” di un simile trattato tra le due economie.

Tuttavia, la Commissione Europea (Ue), responsabile dei negoziati commerciali internazionali del blocco, ha riferito che è prima necessario raggiungere un “contratto di investimento” favorevole ai paesi europei intenzionati ad operare in Cina. I relativi colloqui sono stati formalmente avviati la scorsa settimana a Pechino, misura che in molti vedono come un primo segnale per un accordo di libero scambio.

Gli scambi commerciali tra Europa e Cina sono raddoppiati dal 2003, fino ad un 1 miliardo di euro al giorno. Tuttavia, il colosso asiatico riceve appena il 2 per cento degli investimenti Ue all’estero.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *