Socialize

Ricerca operativa, a Roma scienziati da tutto il mondo a confronto sulla “teoria delle decisioni”

    di  .  Scritto  il  1 luglio 2013  alle  7:00.

Alzi la mano chi sa qualcosa sulla ricerca operativa anche nota come teoria delle decisioni o scienza della gestione. Da ieri e fino a giovedì l’Università di Roma La Sapienza ospiterà il Convegno Euro-INFORMS 2013 Joint International Meeting, il più grande evento finora realizzato sulla ricerca operativa, “nonché tra gli incontri scientifici più grandi nella storia della prima università di Roma” spiega il Paolo Dell’Olmo, ordinario del corso di Decisioni Multicriterio e anima del convegno. Ben 3.500 delegati – tra cui scienziati, ricercatori esponenti del mondo dell’industria e delle Ong – provenienti da 73 nazioni, terranno un fitto calendario di seminari. Il più atteso è quello di Hal Varian, Chief Economist di Google.romasapienza

Il convegno coinvolgerà tutte le Società Europee (EURO) e del Nord America (INFORMS) di ricerca operativa e Management Science. Ma che cos’è la ricerca operativa (RO)? È una disciplina che utilizza modelli matematici per risolvere problemi decisionali complessi; pur partendo da un approccio scientifico, ha importanti risvolti pratici in numerosi ambiti come ad esempio quello umanitario. Il suo utilizzo più tradizionale in questo settore è nell’elaborazione di piani che abbrevino i tempi di intervento per la distribuzione degli aiuti in territori sotto emergenza.  L’obiettivo ultimo è quello di fornire un supporto alla presa di decisioni, calcolando tramite modelli matematici la soluzione ottima o approssimata. 



Ma la ricerca operativa ha anche applicazioni pratiche su tematiche più innovative come i social network. Permette ad esempio di stabilire quali sono gli utenti capaci di influenzare maggiormente con la loro attività le opinione della rete. È chiaro l’importante risvolto che questa disciplina può avere nel campo imprenditoriale, della finanza ed anche politico.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *