Socialize

Mauritania: completato dal Senegal rimpatrio rifugiati del 1989

    di  .  Scritto  il  26 marzo 2012  alle  6:58.

E’ stato completato il rimpatrio in Mauritania degli ultimi rifugiati che avevano trovato riparo in Senegal in seguito a scontri ed azioni di repressione e discriminazione contro la comunità negro-mauritana risalenti al 1989. Ad annunciarlo è stato ieri il presidente mauritano Mohamed Ould Abdel Aziz secondo cui gli ultimi rimpatri sono avvenuti nella città di Rosso sabato scorso.

In totale, in seguito a un accordo firmato nel 2007 tra Senegal, Mauritania e Onu, i rifugiati ritornati nei loro luoghi di origine sono stati 24.152. Abdel Aziz ha riconosciuto il diritto a “una giusta riparazione” di chi fu costretto a fuggire oltreconfine.

L’annuncio è stato accompagnato da una manifestazione del movimento Touche pas à ma nationalité (Tpn) che a Nouakchott ha denunciato la gestione dei rimpatri e chiesto il processo dei responsabili delle violenze. Il Tpn è impegnato contro le discriminazione della comunità negro-mauritana storicamente vessata da quella araba. Il Tpn vorrebbe in particolare l’apertura di un processo contro l’ex presidente Maaouya Pould Taya, attualmente in esilio in Qatar.

Per favorire un clima di serenità, l’attuale presidente ha annunciato l’istituzionalizzazione del 25 marzo come Giornata di riconciliazione nazionale.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>