Socialize

Somalia: Ue approva prolungamento ed estensione missione navale

    di  .  Scritto  il  23 marzo 2012  alle  15:00.

Il Consiglio dell’Unione Europea ha approvato oggi ufficialmente la decisione di prolungare fino a dicembre 2014 la missione militare navale per prevenire e reprimere gli atti di pirateria marittima nota con il nome di ‘Atalanta’.

Approvando il prolungamento della missione, l’Ue ha anche esteso il mandato della missione navale consentendo alle navi impegnate nel contrasto della pirateria di operare sul territorio costiero e nelle acque interne della Somalia. Il governo federale di transizione della Somalia aveva già concesso l’autorizzazione a tale estensione della missione due settimane fa, notificando tale scelta al Segretario generale delle Nazioni Unite.

La decisione di oggi, si legge in un comunicato diffuso dall’Unione europea, consente alla missione navale europea di seguire le imbarcazioni dei pirati fino sulla costa e di operare contro le infrastrutture sul territorio somalo. Finora infatti le navi che facevano parte di Atalanta potevano operare in una zona che comprendeva il Golfo di Aden, il Corno d’Africa e l’Oceano Indiano fino alle isole Seychelles, ma senza penetrare nelle acque territoriali della Somalia.

Commentando l’estensione del mandato e dell’area delle operazioni, il retro ammiraglio britannico Duncan Potts, che è il comandante operativo della forza navale europea, ha detto che “l’estensione del mandato fino al 2014 conferma l’impegno dell’Ue nel far fronte alla pirateria davanti il Corno d’Africa: la pirateria ha causato così tanta povertà al popolo somale e a danni agli equipaggi delle navi che transitano nell’area ed è nostro dovere proseguire ed approfondire i nostri sforzi per sconfiggerla”.

Oggetto nelle settimane scorse di un acceso dibattito in seno al Parlamento tedesco, la decisione di ampliare il mandato di Atalanta fin sulle coste della Somalia era stata criticata dai parlamentari tedeschi dei Verdi (die Grünen), secondo i quali si tratta di “un primo passo verso la creazione di una forza d’occupazione”.

La missione Atalanta fu autorizzata alla fine del 2008 con tre diverse risoluzioni delle Nazioni Unite con l’obiettivo di scortare le navi del Programma alimentare mondiale (Pam/Wfp) che trasportavano aiuti per la popolazione somale e dissuadere gli attacchi dei pirati nelle acque antistanti le coste del Corno d’Africa.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>