Socialize

Somalia: Shebab si ritirano di fronte avanzata truppe etiopi

    di  .  Scritto  il  22 febbraio 2012  alle  11:28.

Il gruppo ribelle Shebab (o shabab, letteralmente ‘giovani’) ha arretrato la propria posizione di fronte all’avanzata delle truppe etiopi e del governo federale di transizione somalo (Tfg), che hanno oggi quasi raggiunto la cittadina di Baïdoa, principale base degli shebab nel sud del paese.

A darne notizia sono le agenzie di stampa internazionali, citando diversi testimoni presenti nella zona. Ieri sera militari etiopi e somali sono entrati senza combattere nel villaggio di Berdale, ad una cinquantina di chilometri da Baïdoa, abbandonata dai combattenti shebab nel corso della giornata di ieri.

Le truppe etiopi, che sono entrate a novembre in Somalia attraverso i confini meridionali ed occidentali del paese, hanno avviato questa settimana un’importante offensiva in direzione di Baïdoa (circa 250 chilometri a nord-ovest di Mogadiscio), che tra il 2006 ed il 2009 era stata la sede del Parlamento somalo di transizione.

Gli shebab, che hanno come obiettivo l’abbattimento del Tfg, hanno abbandonato le loro posizioni a Mogadiscio nello scorso mese di agosto grazie all’intervento del contingente sotto l’egida dell’Unione Africana, ma controllano ancora vaste zone nel centro e nel sud della Somalia, dove non esiste controllo effettivo da parte del governo somalo e persiste una situazione di guerra civile quasi permanente da oltre vent’anni.

Secondo l’emittente britannica Bbc, il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite dovrebbe votare oggi una risoluzione per aumentare il numero del contingente militare per il mantenimento della pace dell’Unione Africana, al fine di portare il numero dei soldati impiegati in Somalia dagli attuali 12.000 a 17.731.

Il voto del Consiglio di sicurezza precede l’inizio domani a Londra di una conferenza internazionale, volta a trovare una soluzione alla ventennale crisi somala e sostituire l’attuale governo di transizione che in estate vedrà scadere il suo mandato.

→  Stampa articolo (o crea PDF)
→  Condividi o invia per e-mail

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>